UNA NUOVA VISIONE DEL FUTURO DI GENZANO


PROGRAMMA COALIZIONE


Genzano in questi anni è mutata profondamente e oggi richiede un’attenta lettura dell’esistente per rilevare le linee di intervento che devono essere oggetto della proposta di governo di una coalizione riformista e progressista. Abbiamo necessità di restituire dignità ed efficacia alla politica nella nostra città ponendo al primo punto la capacità di ascolto e la volontà di ricostruire una sinergia di valori, obiettivi e azioni tra cittadinanza e amministrazione.


Coscienti delle criticità della società odierna l’impegno della coalizione parte da questa consapevolezza per puntare sul rinnovamento profondo della proposta progettuale e delle persone chiamate a rappresentarla. I principi ispiratori della nostra azione politica sono quelli della Costituzione repubblicana e dell’antifascismo. Intendiamo indirizzare il nostro operato politico per costruire una città civile, aperta, solidale, inclusiva, in cui nessuno rimanga escluso e nella quale venga riconosciuta uguale dignità e parità di occasioni e diritti.


L’amministrazione comunale ente che contribuisce a determinare lo sviluppo del territorio ha la responsabilità di guidare la fase di rilancio condividendo una visione di crescita che contribuisca a creare prospettive lavorative e imprenditoriali per i cittadini genzanesi di ogni età. L’emergenza Coronavirus cambierà in modo probabilmente irreversibile molte delle nostre abitudini. Lo Smart working può essere una occasione per tanti concittadini di tornare a vivere il paese anche durante i giorni feriali. Ripensare e riqualificare i nostri spazi all’aperto partendo da queste premesse è un modo per arricchire l’offerta del nostro paese per le famiglie residenti (specie quelle che non hanno a disposizione spazi esterni) e per quanti guarderanno a Genzano come paese dove trasferire la propria famiglia o avviare una nuova attività, due elementi questi ultimi fondamentali per tornare a stimolare l’indotto e la crescita del paese.


La fase emergenziale ci spinge a guardare con rinnovato interesse al turismo di prossimità. Torniamo a vedere nella Capitale e nel Lazio vero potenziale di crescita. Come per tanta parte della nostra penisola l’eccezionalità della nostra offerta vive del rapporto tra biodiversità, cultura ed enogastronomia. Fondamentali allora le relazioni extra comunali e le sinergie che non si devono limitare all’ambito culturale ma che insieme lo sorreggono. Mobilità integrata auto-rotaia, una rete imprenditoriale di aziende agricole che puntano su produzioni di qualità, sostenibili, una rete di strutture ricettive più piccole ma rappresentative del territorio sono alcuni degli elementi che stanno già iniziando a cambiare il volto della nostra offerta turistica e del nostro territorio ma che richiedono ancora molto lavoro. Un lavoro che deve essere coordinato da una visione amministrativa che sappia far interagire enti pubblici, associazionismo e privati.


Le dinamiche sempre più mutevoli e interconnesse che caratterizzano la società globalizzata e digitalizzata, così come i grandi temi della salvaguardia dell’ambiente, la transizione energetica, la lotta alla povertà e alle discriminazioni, hanno evidenziato la crescente capacità anche delle generazioni più giovani di organizzarsi, pensare fuori dagli schemi e trovare soluzioni innovative e dirompenti. La grande sfida politica che abbiamo di fronte oggi per continuare a rafforzare, forti della nostra storia, le fondamenta della comunità Genzanese e costruire un futuro armonico per tutti muove dalla profonda convinzione che questo risultato si possa ottenere solo attraverso processi di condivisione che abbracciano tutte le generazioni. Costruiamo insieme una Genzano condivisa che guarda al futuro.